Il Mondo (b35)

Il mappamondo, apparentemente in bilico precario sul suo stelo di legno intagliato in elaborate decorazioni floreali, resta immobile al suo posto, intatto nonostante il calcio vigoroso dettato dall’ ebbrezza indotta dalla droga iniettata.

Questo poneva il problema di come varcare la soglia del locale sotterraneo dove  i segreti della macchina erano custoditi, dal momento che il mappamondo ne costituiva la chiave. Qualcuno aveva sabotato il mappamondo. Non c’era più tempo da perdere. Soprattutto dopo essersi iniettati quel liquido verde nel collo.

Quindi:

a70: chiami Jessica

c65: chiami Ramon

Advertisements