Odi dei passi che si avvicinano (c23)

Un improvviso profumo di pane appena sfornato arriva alle tue narici. Ti ricorda quelle mattine che ti svegliavi quando era ancora buio e dal forno sottocasa arivavano le voci sommesse dei fornai e quel profumo forte e quasi stomachevole.

Il maggiordomo sapeva che ad una cert’ora della notte una certa famella avrebbe attanagliato le tue budella. Gianni il maggiordomo, a volte lo amavi piu’ di Jessica.

Gianni il maggiordomo ti si presenta davanti con quella pagnotta profumata sul vassoio:

a: lo inviti a mangiare il pane con te

b47: lo ringrazi e ti avventi avidamente sulla pagnotta

Advertisements